• Home
  • Benessere
  • Eliminare le cose inutili: consigli, vantaggi e psicologia
Planning da scaricare 2 - Eliminare le cose inutili: consigli, vantaggi e psicologia

Eliminare le cose inutili: consigli, vantaggi e psicologia

Compriamo numerosi oggetti, facciamo abbonamenti a riviste e accumuliamo tutto quello che capita con la convinzione che “prima o poi potrebbe servire, non si sa mai”. Nel 99% dei casi, però, quell’oggetto tenuto per scrupolo si rivela totalmente inutile e non si presenta neanche una situazione nella vita in cui possa essere utilizzato (e se si presenta lo abbiamo rimosso dalla memoria o non ci ricordiamo dove lo abbiamo messo).

Perché teniamo cose inutili e siamo disordinati cronici?

Le motivazioni possono essere varie. Quando l’accumulo diventa tale da impedire di camminare per casa o di adottare corrette norme igieniche viene classificato come un vero e proprio disturbo mentale chiamato disposofobia (letteralmente “paura di buttare, di disfarsi di qualcosa). Quando, invece, è solo una tendenza indica qualche lieve problema psicologico, come l’incapacità di prendere decisioni a breve termine o di fare ordine nella propria vita.

Ordine in casa e personalità, infatti, sono due cose collegate. Una casa ben organizzata, priva di oggetti inutili, aiuta chi ci vive a mantenere ordine fra i propri pensieri e a creare un clima rilassato. Il disordine, al contrario, impedisce di concentrarsi, di sfruttare a pieno le proprie energie e di fare ordine mentale. Quando il proprio “nido” (cioè il posto più sicuro del mondo) diventa un caotico ammasso di cianfrusaglie sta semplicemente riflettendo lo stato d’animo di chi vive al suo interno.

Come risolvere il problema?

Man with stuff - Eliminare le cose inutili: consigli, vantaggi e psicologia

Uno dei metodi (funzionanti!) che posso consigliarti è quello dei 15 minuti che puoi trovare qui.

In alternativa eccoti dei consigli molto utili che ti aiuteranno a trovare la spinta iniziale per fare ordine (sia fisico, sia mentale), per eliminare gli oggetti inutili ed evitare di ricadere nella stessa trappola comprandone di nuovi.

Pronto?

Cerca la motivazione

Imparare a riconoscere gli oggetti inutili è il punto di partenza per evitare di comprarne di nuovi. Quando avrai cominciato ad eliminare tutto il superfluo ti renderai conto che ti senti più leggero, meno oppresso dalla tua casa e con la mente più lucida. Se non trovi la forza per cominciare puoi pensare ai numerosi vantaggi che il lavoro finito ti procurerà. Ecco i principali:

  • Più spazio per te e per le tue faccende, in pratica non ti ritroverai costretto a mangiare sul divano perché il tavolo è ingombro di cartacce, bollette, fogli, libri, piatti e via dicendo
  • Più rilassatezza, meno stress e meno pensieri negativi
  • Maggiore produttività e concentrazione
  • Casa molto più semplice da pulire e da mantenere
  • Maggiore importanza per il singolo oggetto e quindi più cura di esso
  • Facilità nel trovare in tempi brevi quello che ti serve

Organizzati

Trova tre scatoloni e scrivici sopra, a lettere cubitali, “da tenere”- “da dare in beneficenza”- “da buttare”. Prima di lanciare tutto alla rinfusa nelle scatole, e magari di fare confusione, crea tre pile distinte e posizionale per terra. Sicuramente ti renderai conto che alcune cose sono finite nella pila sbagliata o nel corso delle pulizie cambierai idea su qualche oggetto.

Fai una stanza per volta

Non mettere a soqquadro tutta la casa in una volta sola; ti ritroveresti con un disordine maggiore di quello che c’era in partenza e meno voglia di continuare di quando hai cominciato.

Rimpiazza

Ogni volta che compri un libro eliminane due. Regalali ad un amico o portali in biblioteca. Sicuramente avrai dei titoli che non sei più intenzionato a leggere e che occupano posto inutile. Se un libro non ti piace e non hai intenzione di finirlo, liberatene! Sicuramente ci sarà qualcuno felice di leggerlo ed eviterà di prendere polvere nella tua libreria. Puoi attuare questa pratica con qualunque oggetto… appena ne entra in casa uno nuovo uno vecchio esce.

Butta via quando è il momento

Opuscoli, fascicoli, pubblicità e riviste occupano molto spazio e una volta letti non servono a niente. In sincerità: quante volte hai letto due volte una rivista? Quasi sicuramente mai. Appena finisci di utilizzarle buttale via subito ed evita che si accumulino sul tavolo.

Elimina ciò che realmente non usi

Apri l’armadio e guarda se ci sono cose che non metti mai. Non farti scrupoli: come non le hai mai messe fino ad ora sicuramente non lo farai in futuro. Fatti coraggio e, anche se la tentazione è forte, non pensarci due volte e dai tutto in beneficenza.

Riordina il computer

Non dimenticare che contribuiscono alla tua confusione mentale anche i files multimediali! Un computer caotico, pieno di documenti, immagini e cose inutili sicuramente ti fa passare la voglia di metterti lì a scrivere o a lavorare. Anche in questo caso armati di pazienza e cancella tutto ciò che reputi possa essere eliminato. Lo stesso vale per il telefono, il tablet e i social.

Elimina le newsletter che non leggi e gli account che non usi

A quante cose ti sei iscritto nel corso dell’ultimo anno? Io avevo la casella postale invasa di messaggi davvero vari: corsi di yoga (a cui non ho mai partecipato), email di aforismi (che non leggevo), account di Google+ e Twitter che continuavano a mandarmi notifiche (che non aprivo mai), offerte di lavoro da vari portali e via dicendo. Ogni giorno, quindi, mi trovavo a dover cancellare mediamente 15-20 email nuove perdendo la concentrazione in quello che stavo facendo.

La soluzione? Disiscrizione da tutto quello che non mi serve, non mi è utile, non leggo e non mi piace (e ci vuole davvero un attimo per cancellarsi). Risultato? Quasi nessuna mail al giorno, pochissima distrazione e quelle che arrivano sono realmente interessanti.

Quando puoi fai 2 (o 3) in 1

Agenda, quaderno per gli appunti, foglietti sparsi. Ci si ritrova con mille posti dove segnare appuntamenti e un sacco di confusione. Non sarebbe più pratico utilizzare un quaderno solo per tutto? Io ho trovato un’ottima soluzione: il Bullet Journal; una specie di quaderno totalmente personalizzabile dove inserire tutto quello che si desidera.

Per approfondire l’argomento puoi leggere questo articolo sul Bullet Journal.

Ancora non riesci a capire se una cosa è utile oppure no? 

Prova a fare mente locale e concentrati sull’ultima volta che hai utilizzato quell’oggetto. Se, nell’arco dell’anno, non ricordi di averlo usato neanche una volta allora è giunto il momento di dirgli addio. Se, invece, l’hai utilizzato ma una volta sola molto probabilmente è comunque inutile. Non stare a pensarci troppo, buttalo o regalalo a qualcuno!

Se sei proprio indeciso crea uno scatolone appositamente per gli oggetti che non sei sicuro di buttare. Lascialo da parte per qualche giorno e, in breve tempo, ti renderai conto che sei pronto a buttarlo via. Non stare neanche a guardarlo, tanto sono tutte cose che (in realtà) sai benissimo che non ti servono.

Ora tocca a te…

Conosci altre tecniche per cercare di eliminare il superfluo? Hai provato a buttare via delle cose ma hai fallito? Scrivi la tua esperienza nei commenti!

Inoltre se l’articolo ti è piaciuto o l’hai trovato utile condividilo sul tuo social preferito! 🙂

 

Ciao, mi chiamo Fabiana e questo è il mio blog di crescita personale. Al suo interno potrai trovare molti articoli che ti aiuteranno a migliorare la tua vita e ad adottare strategie per risparmiare tempo prezioso. Tutto quello che scrivo l'ho sperimentato sulla mia pellaccia, se funziona con me (sono davvero un osso duro) può funzionare con tutti! :)

Lascia un commento